Tanta nostalgia degli anni’90 – il 1996

90s… come gli articolo 31 ci hanno insegnato a canticchiare il piena fase adolescenziale quando ancora gli anni’90 facevano parte del presente. Si parlava di futuro, di 2030.

« E la mia mente indietro vola, veloce fila a prima del 2000, tanti anni fa, quando si era in tempo, adesso no, e oltre contro see’erano i pro… perciò… ohh…Tanta nostalgia degli anni ’90, quando il mondo era l’arca e noi eravamo Noè, era difficile, ma possibile, non si sapeva dove e come, ma si sapeva ancora perche’. see’era chi aveva voglia, see’era chi stava insieme, see’era chi amava ancora nonostante il male, la musica, see’era la musica, ricordo, la musica, la musica, see’era la musica, la musica. »

E oggi che siamo alle porte del gate, in questo autoporto futuristico, possiamo permetterci una retrospettiva ? Forse nostalgica, ma possiamo almeno affermare con certezza che il 1996 é un anno che siamo contenti di aver vissuto. Un anno di SOLI vent’anni fa.

90s3Era proprio l’estate del 1996 quella in cui “Wannabe” scalava la classifica in 30 paesi del mondo rendendo popolare il rivolzionario concetto di girl power. E’ una band inglese (ne abbiamo conosciute tante, no ?) sovraeccitata che si imbuca ad una serata e inneggia cantando l’importanza dell’amicizia tra ragazze: é il fenomeno Spice Girls che avrebbe potuto eclissarsi dopo l’esplosione di una sola grande hit. Ma cosi non é successo. Le cinque spice hanno incarnato una nuova ondata di femminismo nella cultura pop, basata su paillettes, unghie finte e tanta artificialità. Una forza singolare che forse desiderano aver ereditato regine del pop che lottano oggi per il trono come Rhianna…

Poi ci sono quelle felpe con il cappuccio, quei berretti con la visiera rigida, quella cultura di strada hip hop, che oggi si é finalmente ancorata nel panorama italiano al punto da giungere in massa sul palco dell’Ariston a Sanremo. Solo negli anni’90 esplodeva il fenomeno del rap italiano… Se le sonorità dei Sottotono e degli Articolo 31 sembrano antiche o lontane rispetto ai Fedez odierni é giusto ricordare che proprio nel 1996 il giovane Neffa raggiungeva il disco d’oro grazie al successo del suo lavoro « Neffa e i messaggeri della dopa ».

Poi c’erano i centri sociali e la loro golden age condita di sonorità punk, c’erano i Punkreas e i top cortissimi dei Prozac +. Si pogava. E accanto c’erano gli eterni romantici che inneggiavano al pop degli 883 o al rock melodico di Ligabue.

Il 1996 é la poesia di Tori Amos, dei Fugees, dei Fool’s Garden che si scontrava con la grinta di Alanis Morissette, degli Oasis, dei Blur.

Tutti giovani e forti, una nuova energia, una rivoluzione musicale con molti raggi. Una rivoluzione sociale. Un nuovo mondo sino a oggi.

90s2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...