Paparazzi! Photographes, stars et artistes

Pompidou MetzCentre Pompidou é sinonimo nel nostro immaginario di quel gran palazzone nel centro di Parigi decorato da strani tubi colorati che in realtà sono gallerie. Pompidou oggi é pero’ altro… é divenuto un label avanguardista che (come un virus) inizia a contagiare altre realtà cittadine francesi. E non tutti i virus sono letali…

Cosi’ é nato a Metz, città mosaico d’arte e storia, il nuovo centro Pompidou-Metz, l’ultima pagina di un libro ultracontemporaneo. Ideato come spazio unico e di scoperta dedicato alla creazione artistica in ogni sua forma, riprende a pieno titolo lo spirito del del suo modello parigino potendo usufruire un estensione su 5.000 m2 : spettacoli, conferenza, proiezioni, esposizioni temporanee, ecc.

Inaugurato nel maggio 2010, oggi é una realtà che attira un buon numero di turisti e si affianca agli altri monumenti come bandiera cittadina dell’arte contemporanea.

Eccomi cosi’ finalmente immersa nella visita del monumento e soprattutto della sua ultima esposizione grandiosa : Paparazzi !paparazzi-photographes-stars-et-artistes

Circa 600 opere tra fotografie, video, sculture istallazioni, ecc. si susseguono percorrendo un secolo della nostra storia con obiettivo quel nuovo mestiere di cacciatore d’immagini, attività complessa, ingeniosa, delicata e talvolta rischiosa… Testimonianze video narranti aneddoti non mancano, mentre un altro punto di vista, quello delle « star » viene messo in luce : aggressioni e violenze di vittime attive che vorrebbero scappare da questo star system (mentre altre ne orchestrano  il successo).

expo-paparazzi2Il percorso espositivo egregiamente studiato permette di definire quelle caratteristiche  e quelle ambizioni di un mito moderno nella sua evoluzione a base di teleobiettivi, ingrandimenti, improvvisazioni e colpi di flash.

Come direbbero i padroni di casa questa esposizione é un vero e proprio « coup de cœur », estetico, artistico ma anche storico, che colpisce il visitatore a partire dal suo ingresso iniziale sul tappeto rosso, sino alle ultime sale sulle regole mediatiche della « presse people ».

Per i più curiosi ecco il link di presentazione dello stesso Pompidou-Metz : link

tapis rouge

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...