Grandi ritorni tecnologici – Il telefonino

pub t28Noi siamo quelle generazione che (senza rifermento alle polemiche e discussioni sempre aperte sul termine) non appartiene alla categoria dei nativi digitali. Noi siamo quella generazione che non é esattamente cresciuta nelle strade come i nostri genitori, ma che almeno correva nei cortili ( e si sbucciava le ginocchia). Noi facevamo gli scherzi telefonici utilizzando i gettoni o le 200 lire nelle cabine telefoniche. E quando si telefonava a casa dei compagni di classe usavamo il telefono fisso di mamma e papà imparando a memoria frasi cordiali di presentazione.

Quando si andava in vacanza con gli amichetti o amichette non c’era quel parental control  telefonico (ovvero genitori che angosciano tramite cellulare). Perché né  il computer né il cellulare erano nello sfondo di queste storie. Ci si muniva di scheda telefonica giusto per tranquillizzare periodicamente le nostre mamme.

t28Adolescenti affrontammo l’arrivo del telefonino e fu una vera rivoluzione : convincere i nostri genitori a spendere una fortuna per comprarci questo accessorio alla moda (ma non indispensabile), iniziare a entrare nella meravigliosa ottica dei messaggini (prima delle facilitazioni introdotte dal T9), e imparare a difendersi dai sempre più numerosi furti sul bus : quel cellulare rappresentava un valore immenso. Anche se poteva tenere in memoria non più di 10 messaggi, non era a colori, non faceva fotografie, aveva schermi piccolini. Ma era anche più resistente e longevo.

Noi adolescenti trascrivevamo sul nostro diario i messaggini per ricordarci dell’importanza di certe frasi prima di essere costrette a cancellarle…

E cosi oggi, nell’epoca del culto vintage, dei geek che spendono fortune per accessori di packman o supermario, dei grandi ritorni dal passato sotto forma di Gameboy, Nintendo 64, ecc…, ecco che casualmente scopro un altro antico reperto che ritorna nel mercato dei nostalgici : il T28 della Eriksson, o il 3210 della Nokia. nokia 3210

Il sito web che si occupa della vendita é LEkki.fr, il motto é back to basics. Un commercio che forse potrebbe funzionare, anche se il ritorno alle origini é di fatto impossibile. L’Iphone é quel futuro anniluce che nessuno di noi poteva immaginare qualche anno fa. La rivoluzione della rivoluzione che non si fermera ora a questa stazione.

Pero’ la vita era più semplice. E la nostalgia (personalmente) non é legata all’oggetto, ma a tutto cio’ quell’epoca ha rappresentato.

Annunci

4 thoughts on “Grandi ritorni tecnologici – Il telefonino

  1. Io sono ancora … indietro. 😦
    Ho il telefonino dal 1998, ero già moglie, madre, insegnante … non ho ricordi dell’adolescenza legati ai primi cellulari, ma ricordo bene le file alla cabina telefonica e le decine di gettoni che spendevo quando telefonavo al moroso che stava in un’altra città. Era l’epoca delle interurbane che costavano molto, ora si chiama ovunque in Italia con una quota fissa che comprende anche l’Adsl. Altri tempi. Dal lontano 1998, riprendo il filo, di telefonini ne ho cambiati tre … sì, hai capito bene, solo tre. Cioè quello che utilizzo è il terzo e funziona benissimo. E’ un Nokia, facile da usare, ha pure la fotocamera. Perché mai dovrei cambiarlo se funziona? Io non voglio uno smartphone o come si chiama. Sto già tremando al pensiero che quando si romperà, dovrò arrendermi perché non troverò altro in commercio.

    • La buona notizia è che proprio grazie alle nuove tecnologie (leggasi internet) un gran numero di telefoni non più in produzione sono ancora reperibili! Ma soprattutto, avere un telefono “poco moderno” perché ha avuto il pregio di essere longevo e di non consumarsi tipo gli “usa e getta” della recente economia non è banalmente una grandissima fortuna? Io non mi limiterei nel dire di essere indietro, oltretutto alla luce del fatto che la sottoscritta, nonostante l iPhone capisce sempre poco di tutte queste nuove tecnologie e resta un eterna nostalgica…

  2. Lo sai qual è il mio rapporto con il cellulare, quindi non aggiungo altro… Però mi sento di dire che non è stato sempre così! Prima di avere l’iPhone, quindi poco meno di due anni fa, utilizzavo un fantastico Nokia che adoravo e non avrei cambiato per nulla al mondo. In quel periodo tutti avevano già smartphone, balckberry e le generazioni precedenti di iPhone, ma io mi trovavo benissimo con il mio N73. Arrivato l’iPhone come regalo non ho saputo più tornare indietro: è che finché non lo provi, non puoi capire. Una volta sperimentata la grandissima comodità che questo oggetto ti comporta, è difficile separarsene.

    • Io sono iphonizzata da quasi 3 anni e tornare indietro è complicatissimo quindi comprendo molto bene quello che vuoi trasmettere! Ma spesso rimpiango quei nokia comodissimi, indistruttibili, ecc…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...