Kiss and Cry di Michèle Anne de Mey & Jaco Van Dormael

kiss_and_cryNon riguarda né bambini né personaggi usciti da Biancaneve, ma l’arte della nanodance, sulla quale prende vita il magistrale spettacolo “Kiss & Cry”, é di fatto sconosciuta ai più. Ed é il frutto dell’idea di un regista già affermato e di una coreografa assolutamente geniali.

É la danza delle mani, elegante e delicata, forte e espressiva.

 Durante una narrazione “à tiroirs”, il mondo minuzioso delle miniature é decorato e ripreso per raccontare gli istanti di una storia Kiss_and_cry_003innocente, un ricordo d’infanzia, ma anche le vibrazioni della melanconia e dell’angoscia. Si tratta della vita di una donna e della narrazione dei suoi sentimenti lungo un percorso profondamente ancorato al passato e ricco di amore. Ma questo stringe in una morsa il cuore.

La voce narrativa ricorda il focus centrale: “Où vont les gens quand ils disparaissent de notre vie, de notre mémoire?”, e insiste con questa domanda lungo l’ora e venti di spettacolo: “Où sont-ils? Perdus au fond d’un trou de mémoire ». Lo sguardo dello spettatore é quello che osserva un’innocenza perduta, almeno apparentemente, attraverso una serie di immagini estremamente poetiche e romantiche, ma anche brutali e dolorose. Crude forse. I personaggi interpretati da semplici mani trasmettono più sensazioni di quanto possiamo immaginare, e nonostante il lieto fine é difficile trattenere la lacrimuccia… (mai titolo fu più azzeccato).

Il pubblico in piedi esplode in uno scroscio di applausi che dura a lungo. É difficile spiegare quello che si é provato. L’entusiasmo verso questa esibizione insolita e finemente artistica é più che meritato.

kiss-and-cry-08Semplice e condita da un sottofondo (simile ad un sottobosco) fiabesco, l’opera é una vera é propria scoperta inattesa e decisamente emozionante. Un’equipe affiatata , un’energia che sale e diviene sempre più frizzante, un live intrecciato tra effetti speciali, musica e riprese su maxischermo: questa é la ricetta polimorfa di Kiss & Cry.

La location che ha ospitato questa compagnia di danza belga (Charleroi Danses) é il Theatre de Celestins a Lione. Questa rappresentasione arriva a seguito di ripetuti successi in patria e in terra francese (sul profilo FB dello spettacolo é chiaramente visibile il viaggio intorno al mondo che mette in scena il tutto).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...