Natale a Vancouver

vancouver

Introduzione

Le vacanze invernali sono spesso attese con la stessa intensità di quelle estive… per chi ha un pochino di fortuna offrono l’occasione di staccare dalla monotonia della quotidianità, prendere le distanze dalla propria realtà, e imbarcarsi verso una nuova avventura: ecco il vero significato del viaggio!

Noi abbiamo deciso di esplorare una regione letteralmente dall’altra parte del mondo, la British Columbia, cogliendo tutte quelle magnifiche sfumature che solo il paesaggio canadese puo’ concedere in ogni stagione dell’anno.

1. Quando andare

Questa é la prima domanda che ci si pone quando si desidera lanciare il proprio bagaglio verso una destinazione specifica. La questione non andrebbe mai sottovalutata. Questa regione del Canada é caratterizzata da un clima particolarmente piovoso (che permane con costanza), ma gli amanti degli sport invernali e della neve non potranno che restare pienamente soddisfatti da una visita durante i mesi invernali (anche se i prezzi sono in genere più elevati). Il freddo é sopportabilissimo, secondo gli stessi standard europei, e se si ha un pizzico di fortuna, si puo’ anche godere di un ottimo clima (come é accaduto nel nostro caso). Secondo informazioni locali i parchi che si estendono ovunque offrono un gran numero di opportunità anche in estate: escursioni e sport sembrano essere all’ordine del giorno per il popolo canadese.

2. Da non perdere (What to see)

Il nostro programma di soggiorno di 2 settimane é stato ideale per non lasciarsi sfuggire nulla. I primi giorni sono stati dedicati alla cosiddetta “disintossicazione cittadina”, ovvero tuffo nella natura e nei parchi che qui sorgono ovunque! Attenzione: sono spesso presenti pannelli di segnalazione relativi all’orso Grizzly con indicazioni utili in caso di incontro “ravvicinato”. Non é stato il nostro caso, ma tali animali sembrano essere particolarmente diffusi nella zona, pertanto conviene tenere gli occhi ben aperti e un comportamento assolutamente vigile. Per ulteriori informazioni é stato anche istituito un sito sul “bear aware” (www.bearaware.bc.ca). Considerate inoltre che i parchi mettono sempre a disposizione dei wc gratuiti e in perfette condizioni igieniche… é un dettaglio che permette comunque di viaggiare rilassati.DSCN2294 - Copie

Lighthouse Park: parco peninsulare dallo straordinario panorama che appartiene alla comunità di West Vancouver, deve il suo nome allo storico faro eretto sul promontorio. Per godere della luce migliore (e di un certo romanticismo) consiglio di non perdere le ore assolutamente suggestive del tramonto. I visitatori del parco possono anche cogliere l’occasione per alzare gli occhi al cielo ed avvistare le aquile. (http://lighthousepark.ca/)

Capilano River Regional Park: sempre nell’area di West Vancouver ecco un altro parco interessante dove praticare trekking e osservare i salmoni risalire il fiume.

Whistler: la nota località sciistica che ha ospitato i giochi olimpici invernali del 2010 é senza dubbio il “place to be” di granparte dei nordamericani. Giovani, meno giovani e famiglie si trovano d’accordo nel trascorrere qui le proprie vacanze. Il villaggio offre ogni tipo di conforto ed é attrezzato per ogni tipo di clientela e di turista. Gli edifici sono caratteristici e passeggiare lungo le vie della città é un vero piacere. Sono presenti differenti iniziative culturali dirette a tutti i vacanzieri e non viene lasciato spazio alla noia.

Al di là della prime esplorazioni naturalistiche, dei laghi e delle cascate, eccoci diretti verso Vancouver la grande metropoli (che pero’ non ha il titolo di capitale il quale appartiene alla città di Victoria). La Sea to Sky Highway à la superstrada che connette i monti alla città e rensea to skyde il percorso una vera e propria visita. Preparate la vostra macchina fotografica e non esitate a sostare presso le aree messe a disposizione per godere del panorama indescrivibile offerto dalle isole che circondano la zona…

Vancouver: la città vanta un ottimo stile di vita, gli abitanti sono mediamente giovani coppie con figli, e l’ambiente che si respira é essenzialmente multiculturale e tollerante. Per le strade di Vancouver ci si sente nel paese delle opportunità. Passeggiare senza una meta precisa permette di osservare le abitudini più comuni e ipotizzare un ideale della sua cultura: 1- rispettosa degli animali; 2- sportiva (parlando coi locali si scopre che in genere tutti praticano almeno uno sport, e i negozi dedicati occupano un piano importante nella piazza del commercio); 3- “caffeinomane” (in ragione della diffusione incredibile di caffé fumante,modello Starbuck, in mano a chiunque).

Il panorama con i monti sullo sfondo é magnifico, considerando che in una città detta anche “Raincouver” é alquanto difficile riuscire a non trovare foschia… La top ten della città per una visita completa é:

1) Stanley Park (per sentirsi fuori città nel cuore della città)

2) Public Library (per non mancare un architettura simile a quella dell’italico colosseo, simbolo della diffusion cultural dell’area)

3) Gastown (per conoscere la città vecchia e ammirare il più recente orologio a vapore)

4) Canada Place (per godere del migliore panorama sulla città)

5) Granville Island (per godere di un mercato diffuso lungo tutta l’isola dai mille colori affascinanti)

6) Kitsilano (per visitare un quartiere alla moda tra i giovani)

7) Science World (per giocare con la scienza, adatto soprattutto ai piccini)

8) Art Gallery

9) BC Place e Rogers Arena (perché sono semplicemente delle architetture spettacolari)

10) Chinatown (per entrare nei suoi negozi esotici) gastown

3. Come muoversi

La rete dei mezzi pubblici é semplice, diretta e funziona perfettamente… La nostra tendenza é quella di camminare il più possibile, ma se desiderate spostarvi più rapidamente da un quartiere all’altro questa é la soluzione migliore, e tenete conto che esiste anche una rete metropolitana.

Il trasferimento verso Granville Island permette di utilizzare un aquabus, piccola barca che per circa 3 dollari unisce l’utile al dilettevole offrendo un nuovo punto di vista!

boat

4. Dove mangiare

La cucina nordamericana non é propriamente leggera, ma accando a deliziosi hamburger, ricchi pancakes, e tipiche poutine di patate e formaggio, trovate zuppe saporite, una cucina internazionale, e una vasta gamma di scelta di prodotti biologici.

Alcune suggestioni:

Grenville Market: per gustare seduti in una piazzetta cio’ che si desidera come intermezzo tra un acquisto e l’altro

The Boathouse restaurant: per avere il miglior panorama e del buon pesce nel proprio piatto

Earl: catena che offre cucina americana

burger

5. Shopping

Il 26 dicembre é una data da segnare nella propria agenda qualora siate amanti della shopping selvaggio: si chiama Boxing day e tutti i negozi offrono la loro merce a prezzi vantaggiosi.

Ecco di seguito alcuni dei marchi locali e piccoli negozi che conviene visitare in loco:

Aritzia: negozio molto femminile e di qualità. Prezzi mediamente elevati ma vale una visita. (http://aritzia.com/)

Joe Fresh: catena dai prezzi più economici e dallo stile semplice. (https://www.joefresh.com/‎)

Roots: catena canadese di moda sportiva (http://canada.roots.com)

Chapters: grandi librerie dove é possibile trovare qualsiasi titolo, accanto ad articoli decorativi per la casa, giocattoli, e cancelleria (http://www.chapters.indigo.ca)

Travel Bug: il paradiso dei viaggiatori, dove ci si perde non solo tra pubblicazioni inerenti il viaggio, mappe e guide turistiche, ma anche tra articoli di valigeria e micro accessori utilissimi. (http://www.thetravelbug.ca/)

Michaels: maxi negozio di cancelleria e decorazione al femminile, dove é possibile dare ampio respiro alla propria creatività a prezzi particolarmente contenuti (http://locations.michaels.com/BC/VANCOUVER/3974/)

The regional assembly of Text: se desiderate inviare un biglietto home made o una carta unica nel suo genere, curata nel dettaglio e sicuramente dotata di un marchio artistico, questo é il posto giusto. (http://www.assemblyoftext.com/)

Lululemon athletica: dove si incontrano e acquistano le appasionate dello yoga. (http://shop.lululemon.com/home.jsp?locale=en_CA&sl=CA)

Dollarama: dove si riesce a scovare di tutto a prezzi minimi e irrisori… (http://www.dollarama.com/)

natale

Annunci

4 thoughts on “Natale a Vancouver

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...