Il cinema belga di “Violette”

Violette

La fortuna di poter prendere parte ad un’anteprima cinematografica in presenza di produttore e realizzatore é giunta inaspettata. Cosi’ come il nutrito dibattito elevatosi in sala post proiezione.

La fortuna non é solo quella di poter usufruire di bevande e tramazzini gratuiti nel foyer, ma piuttosto di sentirsi parte d un processo culturale.

Il cinema belga sceglie di dare attenzione alle storie minori, le quali nascondono in realtà uno spessore ben maggiore. Violette é una microstoria della Francia post-bellica a rapporto con le sua difficoltà quotidiane. Violette é anche la storia di una donna forte e fragile nel suo intimo, oltremodo delicata al di là della sua maschera. Violette é sopratutto la storia di un’amicizia e di un sostegno costante che oscilla tra la solidarietà artistica e quella umana e parsonale. Infine Violette é la storia della vittoria della perseveranza, una sorta di Cenerentola dal lieto fine color pastello a seguito di tanto grigiore.

Violette Leduc, senza padre e con una madre difficile, incontra Simone de Beauvoir. La relazione intensa tra le due donne é centrata sull’importanza della libertà di scrittura.

violette_mix6

Se i ritmi del film sono piuttosto lenti e talvolta ripetitivi, é necessario tuttavia lodare l’ottima interpretazione del cast, l’eccellente fotografia e la colonna sonora.

violette_04

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...