We love Torino – Museo dell’Automobile

museo_torinoNei musei spesso si finisce per scappare da un week end piovoso, una sorta di alternativa culturale al cinema. Non è questo il nostro caso, ricordando bene il sole in alto e la splendida giornata.

Piuttosto è stato un tener fede ad una promessa/sfida: visiteremo il Museo dell’Automobile entro dicembre 2013. Tutto ciò per dimostrare che non saremmo entrati nel circolo vizioso del rimandare alla prossima volta secondo l’antico detto “Non fare domani quello che puoi fare oggi”.

Restava nella mia memoria qualche ricordo infantile del luogo, simile ad un deposito di macchine antiche, mentre le ottime recensioni recenti giunte alle mie orecchie (a seguito della riapertura e del riallestimento del museo in occasione del 150°) hanno dato vigore ad una curiosità crescente.

L’edificio è straordinario ed enorme. Il percorso espositivo eccellente. L’allestimento gradevole e piacevole. L’elogio è evidente. museo auto

Tutto ciò perché non si tratta banalmente di un percorso storico/cronologico, ma di un discorso interattivo e filosofico che si apre su più fronti e tocca la sensibilità di un’utenza variegata. Incontriamo il bambino affascinato quasi quanto la ragazza alla moda, mentre a pochi passi un giovane appassionato riconosce i modelli delle autovetture da un lontano sguardo particolare.

Le sale partecipano alle sensazioni con un allestimento teatrale ed un sonoro ad hoc, mentre l’oggetto stesso dell’esposizione, l’autovettura, è analizzata non solo nel suo iter evolutivo ma tenendo conto del suo destino, del suo rapporto con l’uomo, e di conseguenza, con l’ambiente. Non è un oggetto isolato in una teca. E’ anche l’esito del lavoro di altri uomini, il simbolo e la geografia di una città quale Torino, un elemento di design in continua evoluzione. È la multipla 600 spiaggiata al sottofondo di Morandi, Vianello, Little Tony, ecc. museo multipla

Un visita così ricorda i falsi pregiudizi nei confronti dell’istitumuseo-dellautomoble-Torino-1zione museale, l’ottimo lavoro svolto negli ultimi anni verso un concetto più interattivo di museo, e il piacere di trascorrere un pomeriggio tra 4 mura…enormi!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...